Dodici medici

22.03.2013 08:24

 

In Sicilia ci sono dodici medici per ogni posto letto ospedaliero. Sì, avete letto bene, dodici medici per ogni letto, non dodici letti per ogni medico. A rivelarlo sono i dati ufficiali del Ministero della Salute sullo stato della sanità italiana, una relazione che rivela molte problematicità in questo settore (che costa assai caro in tasse a noi cittadini). Ma quello dei dodici medici per ciascun letto in Sicilia è un dato che fa venire il mal di pancia. Come è possibile che ci sia uno squilibrio così forte? Chi ha assunto tutti quei medici? E soprattutto: chi paga i loro stipendi? Li paghiamo noi, con le nostre tasse, con l’Imu, perchè sicuramente non sarebbe stata necessaria una Imu così alta se la Regione Sicilia non avesse avuto un buco di bilancio miliardario.

Orbene, a prescindere che si tratti della Sicilia o della Val D’Aosta, secondo voi che cosa si deve fare quando si scopre che ci sono follie come quella di 12 medici per ogni letto? Che cosa deve fare l’Italia? Deve aumentare i letti? O non deve forse diminuire i l numero di medici? Non vogliamo licenziarli? Allora bisogna trasferirli laddove c’è davvero bisogno. Almeno i loro stipendi saranno pagati per qualcosa. Perché in Italia bisogna smettere di pagare stipendi per niente. E invece sapete che cosa si fa per ovviare a questa follia di 12 medici per letto? Niente. Assolutamente niente, se no poi c’è sempre qualche gruppo o associazione pronto a indignarsi.

Piero Uboldi

 

vai agli altri editoriali