Rapinatore uccide a botte gioielliera di Saronno

Una commerciante 62enne di Saronno, Maria Angela Patrizia Granomelli, è stata trovata questo pomeriggio senza vita all'interno del suo negozio, l'elegante gioielleria “Il dono di Tiffany”, che da 13 anni si trova in corso Italia 113, nel centro della città degli amaretti. La donna è stata trovata a terra senza vita dal figlio: era stata uccisa. Sono state le immagini riprese dalla videocamera interna a svelare ai carabinieri l'efferatezza di quanto accaduto: un uomo vestito in pantaloncini corti e t-shirt è entrato nel negozio alle 16,20 e ha cominciato a chiedere di mostrargli alcuni gioielli. Non c'era nessun altro cliente nel negozio, l'uomo si è fatto mostrare gioielli fino alle 17, sembrava una persona tranquilla, ma all'improvviso attorno alle 17 è scattata la violentissima rapina: l'uomo, approfittando di un attimo in cui la titolare era voltata di spalle e chinata, ha afferrato un astuccio rigido e l'ha colpita violentemente alla testa per poi accanirsi trenta secondi su di lei con calci e pugni. L'ha lasciata esanime a terra, dopo di che con calma ha preso alcuni gioielli, è rimasto nel negozio ancora mezz'ora ed è uscito dalla porta del retro facendo perdere le tracce.
A ritrovare la donna ormai morta è stato il figlio, verso le 20, che non vedendola rincasare è andato nel negozio e ha scoperto il cadavere.
I carabinieri hanno avviato le indagini e stanno analizzando le immagini, confrontandole con l'archivio della Questura, per cercare di identificare il pericoloso rapinatore.
Pubblicato sabato 3 agosto 2013