Omicidio in gioielleria: nè fiaccolata nè identikit

Non ha ancora un nome, a distanza di una settimana dal delitto, l'omicida che ha assassinato a pugni e calci Maria Angela Granomelli nella sua gioielleria di corso Italia a Saronno. La fiaccolata programmata per questa sera, venerdì, da alcune associazioni del territorio è stata annullata poichè si è scelto di far lavorare le forze dell'ordine in un clima di tranquillità. Clima che tuttavia  è reso meno sereno da un dettaglio che la gente fatica a comprendere: come mai non sia stato ancora diffuso l'identikit dell'assassino, sebbene sia stato ripreso a lungo dalla videocamera del negozio e sebbene un commerciante di una vicina attività abbia affermato di averlo visto e di avergli parlato. E' possibile che una decisione in tal senso venga presa nei prossimi giorni, se le indagini non imboccheranno prima una strada risolutiva.

Pubblicato venerdì 9 agosto 2013