Tragedia sulla vecchia Valassina Perde la vita centauro 29enne

E’ in corso di accertamento la situazione giudiziaria dell’uomo che nel tardo pomeriggio di mercoledì ha perso la vita lungo la vecchia Valassina. Nicolae Ghilas, poco dopo le 17, si trovava in sella alla sua moto con un amico, quando al semaforo di via Santi è scattato il verde, il moldavo ha svoltato a sinistra imboccando via Erba in direzione di Nova Milanese a forte velocità. In quel momento da via Gerlich si stava immettendo un’Audi A6 condotta da un cusanese. Il centauro ha provato ad arrestare la corsa della moto con oltre sessanta metri di frenata disperata. A nulla è servita, l’impatto con il veicolo è stato devastante. Il corpo del moldavo è balzato sul parabrezza dell’auto sfondandolo e ricadendo sull’asfalto. Un colpo violentissimo che per lui è stato fatale. Invece, il passeggero della moto, anch’esso moldavo, ha compiuto un volo di venti metri finendo lungo il fossato che costeggia via Erba. Sul posto è intervenuta la Polizia Locale del comando di via Buozzi che ha proceduto a bloccare la circolazione in entrambe le direzioni tra via Santi e via Cava Madonnina in territorio novese. Nel frattempo i sanitari del 118 procedevano constatando il decesso del centauro e a soccorrere il passeggero M.A., classe ’92. Per lui è stato predisposto il trasporto al Niguarda, dove le sue condizioni non sono state giudicate preoccupanti. Anche l’automobilista 59enne di Cusano è stato trasportato al Pronto Soccorso in stato di choc. Gli agenti guidati dal vice comandante Paolo Betti hanno lavorato per oltre quattro ore con il fine di ricostruire la dinamica dell’incidente e rimuovere il corpo per cui è stato necessario l’intervento del magistrato. Si stanno ora compiendo accertamenti poiché pare che la vittima si trovasse agli arresti domiciliari per furto aggravato, per cui, se confermato, non avrebbe dovuto essere in sella a quella moto. La circolazione in via Erba è ripresa attorno alle 21 dopo aver ripulito la carreggiata dai numerosi pezzi di veicoli disseminati.

 

Simone Carcano

 

(Pubblicato il 11 maggio 2013)