Paderno piange Pietro Boggia L’ultimo saluto al prof consigliere

Non ce l’ha fatta nella sua battaglia contro un male che da tre anni lo stava consumando. Pietro Boggia, amato insegnante di musica e stimato consigliere comunale, si è spento sabato mattina a 55 anni da poco compiuti. Dallo scorso anno è stato costretto a lasciare il proprio lavoro, da decenni docente presso la scuola media Gramsci di Paderno, e da marzo ha abbandonato anche il suo impegno in consiglio comunale “per poter combattere al meglio devo conservare il più possibile la forza fisica e psicologica” come ha comunicato prima di congedarsi. La sua discesa in politica risale al 2004, da cui ha ricoperto per due legislature il ruolo di consigliere comunale del Partito Democratico tra le fila della maggioranza con la giunta Massetti prima e poi in minoranza con l’amministrazione guidata da Marco Alparone. Unanime il cordoglio da parte di tutte le forze politiche per la scomparsa di un “politico che non è mai sceso a compromessi con le sue convinzioni ma è sempre stato disponibile al confronto anche acceso” come ha ricordato Oscar Figus, coordinatore cittadino del Partito Democratico, e di “un uomo innamorato della vita che ha vissuto con pienezza e concretezza” come l’ha definito in una nota il sindaco Alparone. Sono soprattutto i più giovani a ricordarlo come insegnante di musica ai tempi della scuola media, domani ad anni di distanza canteranno l’Ave Maria in sardo per l’ultimo saluto al prof consigliere. Le esequie si celebreranno alle ore 10 di martedì 20 agosto presso la parrocchia Santa Maria Nascente di Paderno Dugnano.

 

Simone Carcano

 

Pubblicato il 19 agosto 2013