Cusano, fucile in spalla: rapina il benzinaio

Sconcerto e sgomento si respira al distributore di benzina sul confine di Paderno, dopo che un malvivente ha messo a segno una rapina armato di fucile. Nel tardo pomeriggio di venerdì 8 febbraio, mancavano pochi minuti alla chiusura, quando alla cassa si è presentato un uomo che ha presto fatto capire le proprie intenzioni. Con poche parole e il volto parzialmente travisato da una sciarpa e un passamontagna ha minacciato il cassiere facendosi consegnare quanto contenuto nel registratore di cassa. Una volta ottenute le banconote ha imbracciato il fucile che teneva sulla spalla e dirigendosi verso l'uscita ha sparato un colpo a salve in aria. Una mossa per spaventare il titolare e i pochi testimoni presenti a quell'ora che si sono presto dileguati, senza prestare attenzione a particolari utili per rintracciare il rapinatore presumibilmente italiano. L'uomo infatti è salito a bordo di una vettura e si è dato alla fuga con in tasca poche centinaia di Euro nonostante fosse al termine della giornata lavorativa. Immediatamente sono stati allertati i Carabinieri che giunti sul posto hanno ascoltato il resoconto della vittima e hanno proceduto a visionare i nastri dell'impianto di videosorveglianza per trarre dettagli utili a risalire all'identità del malvivente. Purtroppo la posizione della pompa di benzina, espone a veloci raid da parte dei rapinatori che pur di avere soldi facili sono pronti a tutto. E una volta ottenuti, la fuga è immediata attraverso le vicine strade ad alta percorrenza.
 

Pubblicato il 15.2.2013