Disastro Trenord: il Codacons chiede 3650 euro per ogni viaggiatore

Disastro Trenord: il Codacons chiede 3650 euro per ogni viaggiatore

Un risarcimento di 3650 euro a passeggero. E' quanto chiederà il Codacons per i disagi subiti dagli utenti di Trenord la scorsa settimana. Domani l'associazione di consumatori depositerà la "class action".  Secondo quanto riportato nel ricorso il risarcimento richiesto è così composto: 2000 euro per "i danni non patrimoniali (biologici e/o morali e/o esistenziali) subiti dagli attori", 500 euro "per ciascun attore per le violazioni delle Condizioni Generali di trasporto, della normativa nazionale e comunitaria", 500 euro "per ogni treno soppresso ovvero per ogni ritardo superiore ai 90 minuti", 500 euro "per le condizioni di viaggio, di attesa, di mancanza di assistenza e di mancanza di informazione subite dai medesimi dal giorno 9 dicembre 2012 e per tutta la settimana sino al 14.12.12", 150 euro "per ogni ora di lavoro perduta a causa dei fatti descritti in narrativa". Inoltre si è chiesto di condannare Trenord "a restituire agli aderenti il corrispettivo del prezzo del biglietto o dell' abbonamento pagati". 

 

 

Argomento: Disastro Trenord: il Codacons chiede 3650 euro per ogni viaggiatore

Nessun commento trovato.

Nuovo commento