Disastro Trenord: si comincia a parlare di rimborsi

Disastro Trenord: si comincia a parlare di rimborsi

 

Si fatica a trovare una soluzione definitiva per gli enormi problemi riscontrati dall'inizio della settimana per la circolazione dei treni sulle linee di Trenord. L'ultimo comunicato ufficiale dell'azienda apre alla possibilità di rimborsi per le migliaia di pendolari che hanno subito enormi disagi.

"Continua l’attività della task force di tecnici per la risoluzione dei problemi, mentre il personale sarà al lavoro tutta la notte per verificare i turni e posizionare correttamente i treni nelle stazioni di partenza per domani mattina" -si leggeva nel "bollettino" emesso ieri alle 19,30 da Trenord.

"Nonostante gli interventi apportati alla programmazione, il sistema ha però ancora deficit; la società non può escludere anche per domani il verificarsi di ritardi e soppressioni.

Saranno attuati anche questa notte i provvedimenti del “piano anti neve” che prevede, tra l’altro, liquido anti gelo sui carrelli dei treni e sulla linea elettrica, circolazione di locomotori “raschia ghiaccio”, accensione e preriscaldamento anticipato dei treni nei depositi e nelle stazioni capolinea.

Si informa inoltre, anche con riferimento alle richieste di Regione Lombardia, che Trenord ha attivato le procedure per la valutazione della entità dei disagi causati e la definizione degli indennizzi secondo le norme definite nel contratto di servizio".

Argomento: Disastro Trenord: si comincia a parlare di rimborsi

Nessun commento trovato.

Nuovo commento