Furto di rame al cimitero, arrestati dai carabinieri

Furto di rame al cimitero, arrestati dai carabinieri

CERIANO LAGHETTO - Maxi furto di rame  nella notte tra domenica e lunedì al cimitero cittadino. I responsabili sono stati fermati e arrestati dai carabinieri di Cerro Maggiore nella stessa notte, dopo che li avevano fermati per un controllo a bordo del furgone trovato carico del materiale di lattoneria appena trafugato. Sono stati gli stessi due arrestati, due giovani rumeni a spiegare la provenienza del rame. 
La ricognizione effettuata nella prima mattinata di lunedì dall'Ufficio tecnico e dalla Polizia locale di Ceriano ha confermato il furto: sono stati asportati i pannelli in rame su tutto il perimetro del fabbricato di ingresso al camposanto, pezzi di grondaia, pluviali e materiale vario di lattoneria.  Il rame recuperato  risulta notevolmente danneggiato, sia per le modalità con cui è stato strappato, sia perché ripiegato più volte durante il carico per ridurne il volume. Insomma, si tratta di materiale ormai inutilizzabile che da parte del Comune potrà solo essere portato in fonderia per la fusione allo scopo di recuperare almeno una minima parte del costo dei manufatti nuovi.  “Innanzitutto voglio esprimere gratitudine per le Forze dell'ordine che hanno fermato i responsabili di questo furto particolarmente odioso per il luogo preso di mira” -ha commentato il sindaco Dante Cattaneo. “Mi auguro che nei confronti di questi soggetti lo Stato sappia agire con la fermezza necessaria e di sicuro il Comune di Ceriano Laghetto farà quanto possibile affinché gli stessi paghino per quanto commesso”.