Sciopero trasporti, si preannuncia un venerdì nero

MILANO – Si preannuncia un altro venerdì da incubo per i pendolari e per chi intende viaggiare con i mezzi pubblici.

Trenord informa che in occasione dello sciopero nazionale di 24 ore indetto per venerdì 22 marzo da FILT-CGIL, FIT-CISL, UILT-UIL, UGL e FAISA CISAL, i treni regionali e suburbani Trenord in circolazione sulla rete FERROVIENORD e nel Passante milanese potranno subire ritardi e cancellazioni.
I treni saranno garantiti nelle fasce orarie dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 18.00 alle 21.00. L’elenco dei treni garantiti è scaricabile dal sito www.trenord.it ed è consultabile nelle bacheche di stazione.
Possibili ritardi e cancellazioni potranno verificarsi anche alla ripresa del servizio.
Interessati dai disagi il Malpensa Express (sia da Milano Cadorna che da Milano Centrale), il Malpensa-Bellinzona, i treni in circolazione sulle linee Milano-Seveso-Asso, Milano-Como Lago, Milano-Varese-Laveno Mombello, Milano-Novara (Rete FERROVIENORD), Brescia-Iseo-Edolo.
Durante lo sciopero, potranno verificarsi modifiche alla circolazione anche nel Passante ferroviario sulle linee S1, S2, S9 e S13.
Per il solo Malpensa Express, in partenza dalla Stazione di Milano Cadorna, durante gli orari dello sciopero, saranno istituiti autobus sostitutivi da via Paleocapa con partenza agli stessi orari del treno.
Mentre il servizio sostitutivo Malpensa Express previsto da/per Milano Centrale avrà invece origine e destinazione da piazza Freud (antistante alla stazione di Porta Garibaldi), in questo caso i bus sostitutivi partiranno ogni ora, dalle ore 9 alle ore 17.
Per maggiori informazioni è possibile contattare il Numero Verde 800.500.005 (attivo giornalmente dalle 7 alle 21), rivolgersi ai My Link Point di stazione (Cadorna, Porta Garibaldi e Saronno), collegarsi al sito internet www.trenord.it , o seguire, in tempo reale, i Tweet inviati direttamente dalla Sala Operativa.

Disagi probabili anche per chi intende viaggiare in autobus: lo sciopero coinvolgerà anche le principali aziende che gestiscono il trasporto pubblico locale in Lombardia. In questo caso le "fasce protette" con i servizi garantiti sono dalle 6 alle 8,30 e dalle 13 alle 16,30 

(foto da Internet)

Pubblicato il 20.3.2013