Uboldo, rubano i rifiuti dei bar in cerca di "gratta e vinci" usati

 

Nuovi poveri bisognosi di soldi o persone che dipendono dal gioco? E' l'interrogativo che sorge alla luce di quanto accade a Uboldo: sempre più persone rubano i sacchi dei rifiuti che contengono "gratta e vinci" usati, nella speranza di trovarne qualcuno vincente, gettato per sbaglio. A dimostrazione che la speranza è l'ultima a morire, Guido Foddis, titolare del “Bar 4 Novembre”, fa sapere che “una volta un nostro cliente ha trovato nel cestino un 'gratta e vinci' buttato via senza accorgersi che valeva 500 euro”. Foddis racconta che “un giorno sì e uno no rubano i nostri sacchi. Succede anche che i clienti si mettano a rovistare nei cestini posti all'esterno, sempre in cerca di biglietti vincenti”. Singolare il caso dei proprietari del “Bar Crystal”: “Spesso ci rubano i sacchi dei rifiuti che lasciamo in cortile – spiegano – Ma la cosa più incredibile è che abbiamo trovato, diverse volte, i sacchi di altri bar al posto dei nostri”. Al “Carma”, infine, riferiscono che “continuavano a rubare i sacchi nel locale dove mettiamo i rifiuti e così abbiamo dovuto chiuderlo con il lucchetto”.

L'assessore ai Servizi sociali Ercole Galli è convinto che sia opera “di persone malate, giocatori incalliti che perdono la dignità e per questo bisognose d'aiuto. I poveri, quelli veri, non arriverebbero mai a tanto”.

(Pubblicato il: 11 marzo 2013)